Ma che gelatiere sei… se non sei “Vegan OK”?

gelato per vegani

Nonostante la popolazione, secondo recenti ricerche, conti solo l’1% di vegani, continuano a moltiplicarsi sul web le notizie di questa o quella gelateria che propongono il nuovo e meraviglioso gusto gelato per vegani. Con tutto il rispetto verso le scelte alimentari di questa piccola parte del nostri concittadini italiani, l’elemento che stride è semplicemente il moltiplicarsi della tipologia di offerta.

Alla luce di ciò che sentiamo in giro per l’Italia, siamo appositamente andati a verificare attraverso fonti ufficiali quanti siano appunto i vegani nel nostro Paese. E abbiamo scoperto che, seppur in crescita, sono ancora veramente pochi coloro che escludono totalmente l’uso di prodotti animali e derivati dalla loro alimentazione.

Nessuna preclusione nei confronti del gelato vegano

Non c’è dubbio che il gelato vegano sia un alimento nutriente e leggero. Solitamente gli ingredienti più “pesanti” del gelato tradizionale vengono sostituiti dal latte di soia o di riso, dalla panna vegetale e da addensanti naturali come ad esempio la farina di carrube (che noi de Lo Gnomo Gelato già utilizziamo nelle nostre ricette). Inoltre, è possibile utilizzare lo zucchero di canna, il fruttosio o la stevia al posto dello zucchero bianco.

Il nostro punto di vista però è lo stesso che abbiamo messo in luce quando abbiamo parlato della volontà da parte di molti di voler ridurre lo zucchero nel gelato. La ricetta tradizionale di un gelato artigianale preparato con ingredienti selezionati e di qualità è l’unica in grado di conferire al preparato finale un gusto inequivocabile e inimitabile. E ci dispiace dirlo e ribadirlo, ma solo la combinazione perfetta tra gli zuccheri di diverso tipo, i grassi (della panna e del latte), le uova e gli ingredienti che conferiscono il gusto è in grado di dare vita a un gelato con queste caratteristiche.

Detto ciò, troviamo utile e interessante poter proporre le alternative al gelato artigianale tradizionale. Che possano essere senza glutine, Vegan OK o per crudisti.

Il gelato vegano e crudista

Tra le tante notizie che abbiamo scoperto sul web, una su tutte merita di essere segnalata: è quella relativa all’iniziativa di Grezzo Raw Chocolate, pasticceria di Roma specializzata nelle preparazioni per crudisti.

La pasticceria ha recentemente realizzato un gelato vegano e crudista senza latte, senza uova o derivati animali e senza glutine. Il valore aggiunto di questo gelato è dovuto al fatto che gli ingredienti, non essendo cotti, conservano inalterate tutte le loro proprietà e i nutrienti. Il gelato così preparato deve però essere consumato entro 24 ore.

Le vaschette però devono essere svuotate…

Non mettiamo in dubbio la bontà di un gelato per vegani o addirittura per crudisti. Ciò che non capiamo ancora è come questo movimento sia così forte mediaticamente da mettere in secondo piano i concetti di artigianalità e qualità del gelato tradizionale, in un Paese dove i vegani sono solo l’1% della popolazione.

Nulla contro i vegani, ribadiamo. Ma noi gelatieri abbiamo la necessità che quella vaschetta, a fine giornata, sia stata svuotata.